Come liberarsi dal giudizio degli altri in modo vincente

Spread the love

Come liberarsi dal giudizio degli altri in modo vincente ed iniziare a vivere finalmente la propria vita in tutta la sua bellezza.

liberarsi dal giudizio altrui

liberarsi dal giudizio altrui

liberarsi dal giudizio altrui

liberarsi dal giudizio altrui

liberarsi dal giudizio altrui

liberarsi dal giudizio altrui

 

“Sii te stesso e di’ quel che pensi: chi se la prende non conta e chi conta non se la prende.”

T. Seuss

Per molti il giudizio degli altri è una vera droga: un “bravo”, un “like” sui social, sono sicuri di non poterne fare a meno. Ma non sanno che questa è solamente una convinzione.

Ci sono tante persone che soffrono esageratamente del giudizio altrui, persone che per un “mamma mia quanto ti sta male quel vestito” si rovinano completamente la giornata.

Essere amati e accettati è uno dei bisogni primari dell’uomo, questo bisogno così importante ha fatto si che una delle paure più diffuse sia proprio la paura del giudizio degli altri.

Questa paura si trasforma a lungo andare in fobia sociale (o ansia sociale): “un particolare stato ansioso nel quale il contatto con gli altri è segnato dalla paura di essere malgiudicati e dalla paura di comportarsi in maniera imbarazzante ed umiliante.” (Fonte Wikipedia).

Le critiche degli altri ci fanno sentire piccoli e insignificanti in mezzo ai giganti, sempre inadeguati e sotto esame.

Ti senti sempre il loro sguardo addosso e chiedi in continuazione cosa c’è che non va in te. Quando sei lucido ti rendi conto sicuramente che non stanno pensando o parlando di te, non sei al centro dei loro pensieri. Ma questi attimi durano poco perchè vengono offuscati dalla paura di non essere abbastanza, l’ombra ferina del loro giudizio opprime, schiaccia.

Cosa vuol dire “essere abbastanza”?

Per gli altri non sei mai abbastanza bella, abbastanza elegante, abbastanza intelligente, abbastanza bravo come genitore o come amico… per chi poi?

La bellezza è soggettiva, quello che può essere bello per uno non può esserlo necessariamente per l’altro, quindi sarebbe opportuno creare un proprio gusto invece che dipendere da quelli altrui.

Quante volte ti sei fatto la domanda “sono abbastanza bravo”?

Questa domanda conficcata in testa come una freccia ti perseguita per la vita diventando una vera e propria fobia del giudizio altrui. Quante cose hai dovuto fare per sentire “che bravo! Hai fatto bene!” e quante ancora sei disposto a farne per la paura di sentirti dire il contrario? Perchè se non sei “bravo” sei incapace e, diciamo la verità, ce lo siamo sentito dire troppe volte.

E’ fondamentale avvertire l’impotenza, imparare a dire “questo non lo so fare”, ci insegna a crescere. Il fallimento è terapeutico, ci insegna a capire quali sono i nostri limiti e le nostre capacità.

Ricordate sempre che una critica ferisce solo se glielo permettete.

Come rafforzare l’autostima?

Per uscire una volta per tutte da questa fobia occorre rafforzare la stima di sè. Prendete un notes bello grande e aggiungete, giorno dopo giorno, le autocritiche e quelle che fanno gli altri nei vostri confronti. Una volta finito di scrivere richiudilo senza leggere. Alla fine della settimana aprilo e osserva, ti servirà per capire quanto il tuo pensiero sia inquinato dalle opinioni degli altri. Ti accorgerai che questi pensieri ti impediscono una visione diretta della realtà e le critiche che fai a te stesso spesso non coincidono con la realtà.

Fai questo esercizio per un paio di settimane poi, allo scadere prendi i fogli e spezzettali in più parti, sia quelli delle vostre critiche che delle critiche degli altri. Mescolateli per bene realizzando un gigantesco puzzle di carta.

Su quelle pagine sono racchiusi tutti i pensieri che ti impediscono di relazionarti realmente con il mondo esterno, tutto il superfluo che pesa sulla tua vita minando la tua autostima.

Ora appallottola tutti questi pezzi di carta e bruciali, guarda come torna ad essere fumo, perchè di questo si tratta: i giudizi altrui sono solo fumo nulla di più.

Ora che la carta è bruciata mettiti in una zona comoda e lascia fluire i tuoi pensieri, potresti aver voglia di piangere o ridere ma non opporti, accogli tutto ciò che si presenta.

E’ arrivato il tempo di evolversi, non possiamo affrontare l’epoca moderna soffrendo paure antiche di millenni. Continuare a temere il giudizio altrui in quest’epoca può ritenersi più pericoloso di affrontare il rischio di non essere accettati.

Liberarsi della paura del giudizio altrui sarà come togliersi uno zaino pieno di macigni molto pesanti che rallenta la nostra corsa verso il successo.

“Niente e nessuno può farti sentire inferiore, a meno che tu non glielo consenta.”

E. Roosevelt.

Quindi ricapitolando:

Smettete di fare i perfettini, cominciate a sbagliare perchè da questo imparerete a crescere.

Smettete di voler piacere a tutto il mondo, per quanto vi sforziate ci sarà sempre quello a cui starete sullo stomaco.

Non interpretate ruoli, ma siate voi stessi con pregi e difetti, è questo che vi rende unici.

Imparate ad essere unici, questo è fondamentale per liberarsi della fobia del giudizio altrui, siate semplicemente voi stessi e accettatevi.

“Le nostre parole devono seguire i nostri pensieri e le nostre azioni devono seguire le nostre parole.”

 

Facebook Comments

Precedente Le aspettative fanno più male che bene alla nostra vita Successivo Esistono davvero questi ladri di energia chiamati vampiri energetici?